Disturbo D’Ansia Generalizzato

Mia figlia o mio figlio ha un disturbo dell’alimentazione?
Lug 11, 2013
bulimia anoressia infertilità
Bulimia nervosa: rischi per la salute e conseguenze fisiche
Set 30, 2013

Disturbo D’Ansia Generalizzato

Eccessiva preoccupazione, apprensività ed anticipazione del pericolo sono i segnali più evidenti in base ai quali è possibile riconoscere  il disturbo d’ ansia generalizzato.

La persona  che soffre di un disturbo d’ ansia generalizzato  tende ad esagerare i rischi, a rimuginare sui problemi quotidiani ed a tenere tutto  sotto controllo per anticipare possibili pericoli e  rischi.

La necessità di tenere tutto sotto controllo  è legata al bisogno che le cose rimangano invariate. Il tentativo di proteggersi e difendersi da situazioni vissute come pericolose,in assenza di un riscontro oggettivo e reale, genera una condizione di tensione psicofisica e di allarme costante che  porta ad un esaurimento delle energie ed alla sensazione di stanchezza e sfinimento.

Su un piano emotivo, il disturbo di ansia generalizzato, si manifesta con una spiacevole sensazione di paura ed apprensione, in assenza di un pericolo o di una minaccia reali.

L’eccesso di ansia si manifesta  anche con una serie di malesseri fisici quali il battito accelerato, la sensazione di sbandamento o di capogiro, l’eccessiva sudorazione, l’affanno respiratorio, la vampate di calore e freddo, la tensione muscolare.

La persona ansiosa è come se avesse sempre un “motorino” acceso che porta a consumare energie più degli altri. Motivo per cui chi soffre di ansia è sempre stanco, fatica  ad addormentarsi, riposa male , e con molta difficoltà recupera energie. Vuoti di memoria, scarsa concetrazione ed irritabilità sono altri segnali dovuti all’eccessiva stanchezza.

Rilassarsi, cioè spegnere il motore della mente per ridurre lo stress e recuperare energie, risulta essere quasi impossibile per la persona ansiosa.

La stanchezza, l’incapacità a rilassarsi , la tensione continua possono portare ad un abbassamento del tono dell’umore. Infatti chi soffre di ansia si sente anche demoralizzato. È vero che una sintomatologia ansiosa può essere presente insieme ad  una sintomatologia depressiva, ma, generalmente, in  presenza di un disturbo d’ansia generalizzato, umore basso e sentimenti depressivi ( che non vanno confusi con la depressione clinica) sono una conseguenza , cioè una risposta fisiologica alla condizione di difficoltà che nasce dal sentirsi sempre tesi e preoccupati.

Affidarsi sempre ad uno psicoterapeuta ,non solo per capire se si tratta di ansia o depressione, ma anche per farsi aiutare a capire come uscire da un gabbia di pensieri, comportamenti e vissuti che compromettono seriamente la qualità della vita. L’ansia se da una parte genera angoscia e sofferenza dall’altra rappresenta sempre un ‘occasione di crescita e cambiamento, per rivedere aspetti “silenziati” della propria vita, che per qualche motivo non è stato possibile affrontare.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *